Tecnica di Camera Oscura


Camera Oscura Rossa_edited.jpg

L'AUTOMASCHERATURA È una tecnica di mascheratura abbastanza semplice teoricamente, ma difficilissima da applicare. Funziona così: si espone la carta per le ombre, cioè per le parti più scure dell'immagine; poi, tenendo sempre il foglio di carta ben fermo sotto l'ingranditore, lo si sviluppa, ripassandolo bene con un pennello a setole morbide imbevuto di rivelatore. I passaggi devono essere quanto più possibile rapidi e omogenei, per evitare chiazze sulla stampa finale. Un metodo un po' meno "sporco" che libera dall'impegno di spennellare e dal rischio di spostare la carta durante l'esposizione consiste nell'impregnare la carta di rivelatore, nel rimuovere l'eccesso di rivelatore dalla carta con un tergicristallo e una pelle di daino, piazzando poi la carta sul piano dell'ingranditore ben aderente ad una lastra di vetro. Si espone per le ombre, e mentre è in atto lo sviluppo, ovvero mentre i neri non hanno raggiunto ancora la piena densità, si espone il restante tempo per le luci. L'argento, che si è formato sulla carta nelle zone più scure dell' immagine, funge da schermo durante la seconda esposizione, evitando così che i neri diventino ancora più densi. D'altra parte il rivelatore steso sulle zone di alte luci non agisce, perché non ci sono alogenuri da sviluppare. Agirà invece dopo la seconda esposizione. Lo sviluppo va completato in vaschetta. In sostanza si ha un bilanciamento tra le zone chiare e quelle scure dell'immagine che è a tutti gli effetti una mascheratura.

I vantaggi:

1) La mascheratura non si vede (nessun alone sulle figure).

2) L'effetto bordo è amplificato, per cui si ha una migliore acutanza visiva.

Gli svantaggi:

1) È difficile da applicare, perché se si sbaglia il momento dell'esposizione per le luci l'immagine diventa estremamente piatta.

2) Si corre il rischio di avere immagini strisciate dovute ad una non perfetta stesura del rivelatore, a meno, come detto, di ricorrere alla impregnazione della carta prima della esposizione.

Da notare che l'automascheratura agisce su tutta la foto, e non sostituisce la mascheratura selettiva eseguita su particolari zone dell'immagine.


http://www.nadir.it/faq/faq_bn.htm



Featured Posts
Recent Posts
Search By Tags
Non ci sono ancora tag.
Follow Us
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic