Tecnica Fotografica : Lo zooming


zoom-effect.jpg

Rompere le regole, fare qualcosa di inconsueto, permette a volte di creare vere opere d’arte.

Lo zooming è una tecnica che rompe gli schemi e non è difficile da realizzare, consiste nello scattare una foto con un tempo di esposizione abbastanza lungo, in modo da poter “registrare” tutto ciò che succede e in più, cercare di dare un effetto di movimento centrale con lo zoom.

Il risultato è quello di una foto estremamente dinamica come si vede nella foto.

Lo zooming è più facile da applicare sulle fotocamere reflex con obiettivi zoom (si puo effettuare anche con le compatte, ma bisogna avvicinarsi o allontanarsi dal soggetto con il rischio del mosso).

Per mettere in pratica questa tecnica occorre una reflex, uno zoom non estremo, un cavalletto e bisogna:


stabilizzare la fotocamera, fissandola su un cavalletto o appoggiandola su una superficie solida

scegliere la modalità a priorità di tempi (indicata dalla sigla S o Tv sulla ghiera delle modalità di scatto)

impostare un tempo non veloce (un tempo ben preciso non esista, bisogna cercare di fare tante prove)

comporre la foto in maniera che il soggetto sia nitido e che stia al centro dell’inquadratura

premere il pulsante di scatto, come fai in ogni foto, meglio se con un flessibile

non appena hai premuto il pulsante, zoomma rapidamente


Qual è il tempo di posa migliore per realizzare lo zooming?

Il tempo di posa è l’impostazione principale da tenere in considerazione. Esso dev’essere sufficientemente lento da dare il tempo alla fotocamera di catturare le scie dovute alla zoomata. Infatti, quello che succede è che, mentre l’otturatore è aperto, effettui la zoomata, e quindi la fotocamera registra il movimento degli oggetti che cambiano posizione nell’inquadratura man mano che ingrandisci o riduci. Diciamo che non esiste un tempo di posa “fisso” per tutti gli scatti, l’unica soluzione è provare!


Zoomare avanti o indietro?

Il primo approcio istintivo è quello di zoomare in avanti, ossia ingrandire il soggetto. Nulla vieta però che sia possibile anche zoomare anche all’indietro, quindi allargando l’inquadratura. La differenza è che zoomando in avanti avrete il soggetto ingrandito, dando più importanza alla composizione della scena. Diversamente, zoomando indietro, date meno peso al soggetto.


Featured Posts
Recent Posts